figli separati

Come dirlo alle persone care

Quando si affronta una separazione arriva sempre il momento nel quale è necessario informare chi ci sta vicino. Parenti, genitori e figli.

Al giorno d’oggi, è risaputo, una gran percentuale di persone decide di separarsi. Questa di certo non è una scelta facile per nessuno dei due coniugi in quanto è palese che una tale decisione comporterà un sacco di amarezze e di disagi per tutti.

Chi ricorda quante notti passate a piangere? A cercare di convincere il partner a salvare la famiglia? In quei momenti si attraversano periodi negativi che, se non gestiti al meglio,  si possono ripercuotere sulle persone a noi care.

La scelta migliore, anche se non facile, è quella di cercare di ristabilire il nostro equilibrio interiore, prendersi del tempo per se stesse metabolizzando i fatti al fine di acquisire la necessaria energia utile ad affrontare la nuova vita da separata.

Solo stando bene con noi stesse possiamo infatti dedicarci con amore a chi ci sta vicino. E non dimentichiamoci del fatto che proprio a loro bisogna comunicare le decisione di una imminente separazione, ai genitori, ai parenti, ma sopratutto, nel caso ci siano, ai propri figli.

Come informare i figli della decisione di separarsi

Comunicare un evento come la separazione ai propri figli richiede sicuramente molto tatto. E’ necessario spiegare ai  ragazzi, con parole semplici ma chiare allo stesso tempo, che per una questione di serenità, anche se mamma e papà non abiteranno più insieme l’amore per loro rimarrà immutato.

Nella maggior parte dei casi i figli vengono affidati, di comune accordo, alla mamma, salvo casi particolari. Al padre invece, in base all’accordo preso con l’avvocato, spetta il diritto di vederli in alcuni giorni della settimana, a volte solo nei week end.

E’ inutile dire che, se i genitori non si lasciano in buoni rapporti, inevitabilmente i figli diventano il pretesto per dispetti stupidi da parte dell ex partner, non capendo così che chi ci rimette sono proprio solo i bambini.

Qualche tempo fa una ricerca condotta da un gruppo di psicologi ha rivelato il fatto che i ragazzi con una situazione turbolenta in casa, ovvero con i genitori che litigavano in continuazione, rimanevano traumatizzati a lungo,  dovendo così rivolgersi a degli specialisti per ritrovare la serenità interiore. Mentre invece i ragazzi con genitori già separati, ma che vivenano una situazione di armonia e serenità in casa non hanno avuto di questi problemi.

La cosa certa è che in queste situazioni di separazione, sarebbe bene che i genitori si impegnino per trovare dei punti di incontro, facendo capire ai figli che una separazione non è una tragedia, che l’affetto per loro rimane, che babbo e mamma, anche se non vivono più insieme, ci saranno sempre per loro.

E che dire, sarebbe bello che la famiglia rimanesse unita per sempre, senza lasciare nessuno strascico negativo alla prole, ma una cosa importante da sottolineare e che vi posso dare come consiglio è  quello di parlare ai vostri figli, in modo schietto e senza inutili sotterfugi, sinceramente senza cercare di nascondere la verità che tanto inevitabilmente verrà a galla.

Anche se sono piccoli i bambini capiscono e percepiscono tante cose, non cercate quindi di nascondergli la verità, parlate loro con franchezza, avendo cura di essere molto chiari, vedrete che man mano che cresceranno saranno in grado di vedere le cose con la giusta ottica, quindi evitate di metterli contro l’altro genitore, servirebbe solo a peggiorare le cose.

Cercate anche di farvi sentire sempre presenti, ci saranno sicuramente dei momenti nei quali vorrete isolarvi e restare sole con i vostri pensieri, ma ricordate che i figli hanno bisogno di affetto costante, quindi, nei limiti del possibile stategli vicini, e se attraversate una crisi momentanea ditegli che avete bisogno un momento per voi ma poi dimostratevi sempre presenti con il vostro affetto, questo loro lo capiranno e lo apprezzeranno.

So benissimo che molte donne separate sono costrette a lavorare ma questo non deve essere un problema, spiegate tutto ai vostri figli e ricordate sempre che importante non è la quantita, ma la qualità del tempo che concedete ai vostri figli.

2 comments

  • Non mi capita mai di fare commenti sui blog che leggo, ma in questo caso faccio un’eccezione, perche’ il blog merita davvero e voglio scriverlo a chiare lettere.

  • Articolo interessante e colgo l’occasione per complimentarmi per questo sito! veramente ben fatto e con tanti articoli utili!

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.